Dicono di noi. Il Sole 24 Ore: Risorse umane: potenzialità al massimo

Dicono bene i soci fondatori di Share Training: “Credere nella formazione significa credere nello sviluppo
e nel domani, vuol dire credere nell’impresa”.
Nata nel 2014 dall’incontro di Donatella Chiomento, dei giovani Cdl e di Cristina Casiraghi, docente a contratto in Cattolica, in collaborazione con il professor Michael Tsur – negoziatore internazionale – e
Ganit Poleg-Spark, a giugno in Italia con un nuovo evento, la società torinese si propone attraverso un affiatato team di formatori e consulenti per approfondire o per raggiungere l’eccellenza in settori utili al miglioramento e al consolidamento delle competenze personali. “Il bilancio, dopo un anno di attività – spiega Chiomento – è decisamente positivo: abbiamo aiutato manager, dirigenti e quadri con strumenti e tecniche di spiccata efficacia finalizzati a interpretare le necessità degli attuali scenari lavorativi. La mia esperienza in questo ambito professionale si è spesso scontrata contro sistemi non concepiti per destare
un effettivo interesse del corsista.

Continua a leggere Dicono di noi. Il Sole 24 Ore: Risorse umane: potenzialità al massimo

Annunci

Le zone d’ombra nelle organizzazioni economiche

Le ombre in una organizzazione includono il mondo invisibile e irrazionale tipico delle emozioni, nonchè quei comportamenti di difesa o di arresa che impediscono il buon funzionamento dell’impresa stessa.

Riuscire a individuare queste zone all’interno della propria impresa risulta difficile in quanto i comportamenti messi in atto sono per lo più inconsci basati sui meccanismi di difesa che ognuno mette in atto secondo il proprio vissuto.

Uomini e donne negoziano in modo diverso?

Il genere, come significato sociale e culturale attribuito all’essere uomo o donna, che se ne sia o meno consapevoli rappresenta spesso un fattore importante in negoziazione.

Il modo in cui percepiamo noi stessi come negoziatori, l’identitàcon la quale scegliamo di sederci al tavolo della trattativa, i pregiudizi e gli stereotipi che dobbiamo superare nell’interazione con gli altri, l’uso che facciamo di strategie “appropriate” e il modo in cui interpretiamo o rigettiamo ruoli connessi al genere o ad altre barriere sono tutti fattori altamente rilevanti rispetto al modo in cui negoziamo e ai risultati che possiamo ottenere.

Continua a leggere Uomini e donne negoziano in modo diverso?

Emozioni a bada nei negoziati

Come è possibile contenere le emozioni al momento di negoziare?
Come lasciare fluire sensazioni umane del tutto naturali senza incorrerere nell’impatto negativo di chi riceve le nostre reazioni?
Alcuni esperti ritengono che le donne sono naturalmente più inclini a ottenere il controllo emotivo,  pare sia scritto nel loro DNA. Le donne molto spesso hanno paura di perdere il controllo, forse perchè sarebbe come asseverare il luogo comune che il genere femminile è eccessivamente emotivo e hanno ragione.

Continua a leggere Emozioni a bada nei negoziati

Perchè si parla tanto di negoziazione

Se digitiamo la parola negoziazione in un motore di ricerca verranno visualizzati circa 1.500.000 risultati, tanti o troppi a seconda dei punti di vista.

Tralasciando la magia di terre lontane o i grandi negoziati politici internazionali, perchè dovrebbe interessare la negoziazione ad un’azienda?

Con il termine negoziazione, si dovrebbe intendere quella serie di comportamenti che portano alla decisione presa in un’azienda.

Continua a leggere Perchè si parla tanto di negoziazione

Le differenze che in Italia vengono ignorate.

Il mercato del lavoro nelle società contemporanee si presenta trasformato, in particolare da un processo di flessibilizzazione che fa sì che la prospettiva di un lavoro stabile, garantito e sempre uguale nell’arco di tutta la vita, non sia più l’unico scenario possibile.

Dalla visuale aziendale è parimenti indispensabile saper gestire il capitale costituito dalle risorse umane della struttura.

Continua a leggere Le differenze che in Italia vengono ignorate.

Quando una cosa semplice per noi, non lo è per gli altri

Quante volte nella vostra testa è balenata un’idea o un progetto così brillante e ovvio da chiedervi perchè il resto del mondo non ci abbia ancora pensato?

Tralasciando le opportune verifiche del caso (ebbene si, qualcuno ci ha già pensato), perchè succede?

In generale possiamo parlare di interessi. Non bancari, ma personali, a volte politici o economici (che poi è lo stessa cosa? mah…).

Che si parli di caccia alle balene, piuttosto che di controllo di gestione o negoziazione, ognuno di noi matura l’interesse a seconda dei propri ideali, studi, professioni.

L’impegno di Share Training non è modificare i vostri interessi, ma fornire servizi che ottimizzino la vostra vita aziendale e professionale.

Globalizzazione anche per le piccole imprese?

Quando si parla di globalizzazione, troppo spesso pensiamo alle aziende multinazionali o di grandi dimensioni.
Le nuove sfide dei mercati invece, pongono anche le micro imprese a confrontarsi con questi temi.
Le strutture dei mercati a esempio pongono sempre più a guardare ai mercati esteri, così come l’interesse sempre maggiore per le questioni ambientali.
O del nuovo equilibrio che si sta cercando nel mondo del finanziamento, con il ricorso crescente a investitori istituzionali a discapito degli istituti di credito tradizionali.
Per non parlare dei cambiamenti nel mercato del lavoro, dove multietnia, lavoro flessibile e pressione del costo del lavoro non hanno ancora prodotto quelle sfide per il rilancio economico.

In questi scenari parlare di formazione è un’impresa ciclopica, soprattutto a imprenditori di comprovata esperienza. Eppure forse gli stessi non si sono mai soffermati a riflettere sulle competenze.
Se un ufficio dedicato a questi settori può essere un investimento ingente, un professionista esperto presso le strutture può garantire risultati in ottica di miglior profitto possibile.

Noi di Share Training siamo questo…

risorse-umane